A Rieti svolte le Feste Finali del Progetto UISP “Diamoci una mossa”

3Pascoli (2)

Con la Festa Finale e la consegna dei Diplomi ai circa 120 bambini della Scuola Elementare “ Cirese” coinvolti nel Progetto UISP “ Diamoci una Mossa “ si chiude l’impegno per l’anno scolastico 2012/13.

Nei giorni scorsi, sempre con la stessa allegria e con uno sviluppo organizzativo personalizzato che pone comunque sempre al centro dell’attenzione il movimento e la corretta alimentazione, altri 350 bambini delle terze e quarte classi delle Scuole Elementari di Rieti “ Minervini “, “ Bambin Gesù”, “ Cislaghi ”, ” Di Marzio “ e “ Pascoli ” che avevano aderito al Progetto UISP, hanno svolto la loro Festa Finale.

I bambini, interagendo con le loro famiglie e con gli insegnanti, hanno dimostrato nelle Feste Finali l’apprendimento di tutte le conoscenze destinate al raggiungimento di nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie e di una sana alimentazione. Un Progetto molto semplice ma efficace che da cinque anni è stato sperimentato con successo sul territorio nazionale ed ha coinvolto oltre 100.000 bambini delle Scuole Elementari e le loro famiglie ( sito www.diamociunamossa.it ). Il Progetto della UISP sviluppato da sociologi, psicologi e medici appartenenti ad Atenei o Centri di Ricerca, è finalizzato all’attivazione di un osservatorio sullo stile di vita e l’alimentazione dei bambini per poter fronteggiare il grave fenomeno sociale del sovrappeso e l’obesità infantile. Le problematiche che lo determinano e dalle quali scaturisce l’elevato costo sanitario sociale per arginarlo, oltre il danno psicologico legato al disagio

che si crea nei rapporti di socializzazione del bambino, sono evidenziate in modo ludico nel materiale fornito dalla UISP a supporto del Progetto, a titolo gratuito e su carta riciclata, al fine di poter spingere le varie componenti a porre in essere le opportune azioni che lo prevengono. Il Comitato Provinciale UISP di Rieti, tramite il Presidente Claudio Fovi ed Aldo De Michele Responsabile Ambiente e Salute del Comitato Territoriale UISP nonché Presidente della ACRSD Outdoor Rieti sviluppatrice del Progetto, esprime tutta la propria soddisfazione non solo in relazione ai numeri dei partecipanti veramente alto in un Capoluogo come Rieti, ma soprattutto per il coinvolgimento attivo delle Famiglie e delle Insegnanti.

Molto apprezzato anche l’incontro svoltosi durante l’anno scolastico nel quale si è trattato di sana e corretta alimentazione. Nell’incontro il Dott. Luigi Bellagamba della ASL di Rieti ha illustrato la materia dell’alimentazione infantile e risposto ai numerosi quesiti formulati dai Genitori, segnale indiscusso della delicatezza della problematica. E’ indubbio che lo sforzo attuato dalla UISP territoriale nella formazione a livello nazionale di propri Dirigenti, analizzati gli esiti di questo Progetto, costituisce certezza che si potrà concretamente ritrasmettere sul Territorio tutta una serie di attività UISP per giungere ad una “educazione permanente” dei giovani, prendendo come punto di partenza l’infanzia. Entusiasmo per l’iniziativa e compartecipazione attiva sono state espresse sia dalle famiglie che dagli Insegnanti che

sono stati parte integrante del Progetto mantenendo intatto nei bambini il ruolo di attori principali.

Antichi giochi come “ ruba bandiera” o “ campana “ o “ mosca cieca “ e ricette ideate con gli alimenti base di una sana alimentazione hanno rubato un po’ di spazio a Playstation ed affini. La scelta di mobilità sostenibile raggiungendo le Scuole a piedi invece che in auto insieme ai genitori e passeggiate urbane ed escursioni di fine settimana nei castagneti, sugli argini del fiume od in riva al lago insieme ai familiari o con la classe, proposte dalla ACRSD Outdoor Rieti ( sito www.outdoorrieti.it ), hanno altresì sostituito lunghe gite in auto o monotone giornate passate in casa davanti al PC o alla TV, consentendo di ritornare a conoscere, vivendolo, questo meraviglioso territorio che la Provincia di Rieti ci offre in tutti gli aspetti culturali e naturalistici. Grazie all’impegno preso dai Dirigenti Scolastici il Progetto avrà continuità anche il prossimo anno scolastico. I bambini di 3^, oramai in 4^, con il “ Ridiamoci una Mossa “

e quelli di 4^ oramai in 5^ con “ 1,2,3….Mossa ”. La speranza più grande per tutti è che i bambini che oggi hanno terminato la 2^classe elementare in questi Istituti diventino gli Attori del “ Diamoci una Mossa” dell’anno scolastico 2013/14. Ai Direttori didattici delle Scuole che hanno intravisto nel Progetto una possibilità concreta di educazione e di crescita dei bambini il grazie più sentito da parte della UISP .

                                                                                                                                                                                                 (di Aldo De Michele)